domenica 8 marzo 2015

La Mia Torta Mimosa alle Fragole in versione light, ovvero Pan di Spagna al Limoncello con Crema Leggera senza uova (e ancora riflessioni . . )

Come l'anno scorso vorrei parlarvi della FESTA DELLA DONNA per riflettere un po' e conoscere la nostra storia, perchè solo così possiamo portarla avanti . .  o no?
In questo mondo che corre sempre in fretta a volte ho bisogno di soffermarmi e riflettere.
PERCHE' L'8 MARZO?
perchè si ricorda l'incendio avvenuto a New York il 25 marzo 1911, nella Fabbrica Triangle Shirtwaist Company che produceva le camicette alla moda di quel tempo le cosidette Shirtwaist.
L'incendio causò la morte di 146 persone, per la maggior parte giovani operaie di originale italiane e dell'est. L'evento ebbe un forte eco sociale e politica, a seguito del quale vennero varate nuove leggi di sicurezza sul lavoro e crebbero notevolmente le adesioni alla International Ladies' Garment Workers' Union, ancora oggi uno dei più importanti sindacati degli Stati Uniti.
La compagnia occupava circa 500 lavoratori, la maggior parte donne immigrate, di cui tante ragazzine di 12 o 13 anni che facevano turni di 14 ore al giorno, ovviamente con salari bassissimi anche per quell'epoca, circa 6-7 dollari la settimana.
La Triangle Shirtwaist Company era diventata già famosa prima del 1911 per il massimo sciopero delle operaie tessili che cominciò nel 1908, conosciuto come protesta delle 20.000 e che iniziò come protesta spontanea all'interno della fabbrica stessa.
Le condizioni della fabbrica erano quelle tipiche di un tempo, tessuti infiammabili immagazzinati per tutta la fabbrica, scarti di tessuto sparsi per il pavimento, uomini che fumavano, illuminazione di luci a gas aperte e pochi secchi d'acqua per spengere incendi.
Dopo 4 mesi di sciopero la International Ladies' Garment Workers' Union propose un contratto di lavoro collettivo che la compagnia rifiutò.
Nel pomeriggio del 25 marzo 1911 scoppiò l'incendio che partì all'ottavo piano della Shirtwaist Company palazzo di dieci piani, e i proprietari della fabbrica, che al momento dell'incendio si trovavano al decimo piano e che tenevano sempre chiuse a chiave le operaie per paura che rubassero o facessero troppe pause, riuscirono a mettersi in salvo e lasciarono morire le donne.
Il processo li assolse e l'assicurazione pagò loro per ogni operaia morta quasi 500 dollari, mentre il risarcimento alle famiglie fu di solo 75 dollari
* * *
Le mie riflessioni . . . 
Ma quanto coraggio ebbero queste operaie?
E pensare che ai giorni nostri, tanti di noi vivono sempre in condizioni pessime al lavoro, stipendi sottopagati . .  ma cosa facciamo? subiamo o lottiamo? questo ci dovrebbe far riflettere!
Ma quanto siamo importanti noi donne, in famiglia, nel lavoro, nella vita sociale?
E siamo consapevoli che quando ci fermiamo noi si ferma tutto . . è vero o no?
Mentre siamo al lavoro pensiamo a casa, quando siamo a casa pensiamo ai nostri figli, ai nostri mariti ai nostri genitori . . . mai fermiamo la nostra testolina.
Siamo noi che portiamo in grembo i figli, sensazioni uniche ed indescrivibili, e solo noi sappiamo quanto sta male il cuore di mamma quando i nostri figli non stanno bene e quanto ci tormentiamo per loro!
E per loro sappiamo bene  che potremo dare la vita senza pensarci un attimo.
Se amiamo un uomo siamo disposte a tutto per non perderlo, e lo amiamo con tutte noi stesse e nulla ci può fermare, e lottiamo con le unghie (e non solo) per tenercelo stretto.
E stiamo vicine ai nostri genitori quando invecchiano ripagandoli come possiamo per tutto quello che hanno fatto per noi senza battere ciglio.
E per fortuna con gli anni siamo diventate indipendenti ed intraprendenti, sappiamo rimboccarci le maniche come un uomo se c'è bisogno, ma possiamo essere di una tenerezza unica e commuoverci semplicemente davanti a un pensiero inatteso che ci hanno donato
E le vostre riflessioni quali sono?
 ***
E ora passiamo alla ricetta di oggi.
Per la festa della Donna vi propongo una Torta Mimosa Light, certo non credo che ve la consiglierebbe la dietologa, ma se considerate che il Pan di Spagna non contiene nè olio nè burro e la Crema per la farcitura l'ho fatta senza uova (per compensare quelli che già sono nel pds) non è poi una torta che vi farà venire gran sensi di colpa.
E' ugualmente goloso, ma ad ogni morso percepirete la sua infinita leggerezza e allora perchè rinunciare?
Ho pensato di provare a fare un pan di spagna al limoncello, chi mi segue sa che io preferisco metterlo al posto della classica vanillina, quindi ho pensato . . . se abbondo un po' la dose che uso di solito? e se aggiungo anche la scorza grattugiata di un limone? non può che venire profumato e speciale. E così è stato.
Ovviamente potete anche aumentare o diminuire le dosi della Crema di Limoncello, secondo le vostre esigenze, ma non abbiate paura anche se ci sono bambini l'alcool in cottura evapora quindi non fà male a nessuno, ma io sicuramente la prossima volta aumenterò ancora un po'. ;)
Per quanto riguarda la farcitura volevo provare da tempo una Crema Leggera senza uova, anche se in passato l'avevo già fatta, e visto che il pandispagna è ricco di uova ho pensato che fosse un giusto accostamento. . come si dice a Firenze: "poggi e buche fà pari" :D
E  cosa di meglio delle fragole da abbinare 
ad un Pan di Spagna al profumo di limone?

Quindi se volete festeggiare anche voi la vostra festa, tanto si sa ogni scusa è buona per festeggiare e mangiarci un dolcetto, preparate questo . . rimarrà soffice come una nuvola e il Limoncello vi assicurò che gli dà un aroma delicatissimo!

Per il pan di Spagna invece vi rimando a questo post in cui vi spiego meglio che posso tutto il procedimento, però vi ricordo qualche regola fondamentale per fare un ottimo pan di spagna:
- non avere fretta
- uova a temperatura assolutamente ambiente
- non avere fretta di montare le uova: mettetevi l'anima in pace dovrete stare con la frusta in mano almeno 10-15 minuti!
- rispettare sia la temperatura del forno e che tempi sia di cottura e raffreddamento
- se il vostro pan di spagna non verrà come volevate, non mollate, io tutte le volte che lo faccio viene meglio! fidatevi!
- il lato positivo se non viene come volevate? sappiate che il pan di spagna è ottimo per la colazione, ottimo sia con nutella che con marmellate, io non ne butto mai via nemmeno una briciola, pure le "croste" che ho scartato per la decorazione mimosa se le sono mangiate!
D'altronde è il dolce delle nostre nonne no? quando non c'erano nè lieviti chimici nè troppe chincaglierie per fare un dolce un po' più carico  
Ingredienti:
(io ho usato la mia teglia 23-24 cm)
- 6 uova
- 180 gr di zucchero
- 90 gr di farina
- 90 gr di fecola di patate
- 40 gr di Crema di Limoncello
- la scorza di un limone grattugiata
- Per la bagna
- 100 ml di acqua
- 50 ml di (o Crema di) Limoncello
- 50 gr di zucchero a velo
Per la Crema Leggera senza uova:
Ricetta e Procedimento QUI
Inoltre:
- ca 500 gr di fragole (fra farcitura e decorazione)

Per il procedimento del pan di spagna vi mando a questa ricetta 
e da lì proseguiamo aggiungendo alla fine
la scorza del limone grattugiata e la crema di limoncello.
 Ungete bene la vostra teglia, 
per me il comodissimo e pratico
 ed ecco il mio pan di spagna al Limoncello
Nel frattempo che cuoce il vostro pan di spagna preparate la vostra Crema Leggera senza uova, seguendo questa ricetta.

E preparate anche vostra bagna mettendo in un pentolino tutti gli ingredienti, mescolateli, accendere il fuoco e quando lo zucchero sarà completamente sciolto, spengete il fuoco e fate freddare.

Quando tutto sarà ben freddo (potete procedere tranquillamente anche il giorno dopo, basterà conservare il vostro pan di spagna avvolto in un canovaccio (per più giorni anche dentro un sacchetto di plastica)
 tagliate in due il vostro pan di spagna,
facendo tre dischi,
uno dei quali dovrete privarlo della "crosta"
e sbriciolarlo per fare l'effetto mimosa.

Unite le fragole pulite e fatte a pezzetti
ed uniteli alla crema per la farcitura.
Bagnate il primo disco di pan di spagna e
spalmateci la crema e fragole su tutta la superficie
senza arrivare fino ai bordi per evitare che fuoriesca.
SIAMO DONNE E NE SIAMO ORGOGLIOSE!
Auguri a tutte questo dolce lo dedico a voi con tutto il cuore, a voi amiche del cuore, a voi amiche di blog e voi  mie CTP che siete donne fantastiche e da ognuna di voi imparo qualcosa.
Ed il mio pensiero oggi va a loro ecco qualche foto della Fabbrica Triangle Shirtwaist Company

e questa è la mia DEDICA 
per tutte le donne, di oggi e di ieri,
con tutto il cuore
BON APPETIT
&
BUON OTTOMARZO!
ed ecco l'interno goloso
ma superlight!
Ti potrebbero anche interessare:

25 commenti:

  1. IO CI SONO , SONO VENUTA VISTO????ME L'HAI TENUTA UNA FETTA?????IL MIO PENSIERO LO SAI GIA', NON BASTA UN GIORNO PER FESTEGGIARE LE DONNE, PER TUTTO CIO' CHE FACCIAMO DOVREMMO ESSERE FESTEGGIATE TUTTO L'ANNO, NON BASTA UNA MIMOSA REGALATA SE NON E' REGALATA CON IL CUORE!!!!INCREDIBILMENTE BELLA E BUONA LA TUA MIMOSA, ANCH'IO L'HO FATTA, DOMANI LA PUBBLICO, TI ASPETTO PER FESTEGGIARE CON ME!!!!!BACI CARA!!!!!SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sapevo che non saresti mancata Sabry e anche questa volta, come spesso succede sei la prima.
      grazie davvero per esserci sempre, quindi una fettona prenditela tutta ! te l'offro molto volentieri!
      tanti baci e tanti auguri anche a te e w le donne tutto l'anno certo!!

      Elimina
  2. Eccomi Simo, grazie per averci dedicato questo bel post e questa deliziosa ricetta, ti rubo una bella fettona di golosissima torta e festeggio con te questa giornata speciale :)
    Un caro abbraccio, a presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ely, sei stata molto carina a passare, sai che ci tenevo ma so che il tempo a volte è così poco.
      Quindi apprezzo davvero. e ti offro con tutto il cuore il mio dolce e ti faccio tanti tanti auguri per domani
      a presto

      Elimina
  3. Anche io penso che un giorno non basta per festeggiare, ci meritiamo di più. In ciò che riguarda la torta non potevo mancare al appello per prendere una fettina è troppo bella e buona. L'avevo fatta anche io l'anno scorso o l'altro ancora con le fragole ed era buonissima, come immagino che è anche la tua. Buon fine settimana e un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di essere passata, ci tenevo.
      buon 8 marzo e un grande abbraccio a te!

      Elimina
  4. Troppo buona la tua variante! :D
    Complimenti come sempre Simo e buona serata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ennio, ma se la mettevi prima facevo la tua con il cioccolato bianco...ci vado matta oramai lo saprai pure tu!
      ahahah
      buon we anche a te

      Elimina
  5. Per me e per mia figlia anche se per motivi diversissimi questo è un periodo non facile e mio marito carinissimo ha deciso di farci una sorpresa...ma non sappiamo altro, solo che ci regalerà qualcosa per tutte e due!
    Virtualmente assaggio molto volentieri questa deliziosa torta e ti auguro con tanto affetto di passare una serena festa della donna!
    baci e buon we
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma guarda se penso al periodo che sto passando...cara Alice non farei niente, anche ieri sarei andata a letto dopo il lavoro..invece mi sono messa in cucina e ho inventato qualcosa di nuovo, fra l'altro perfettamente riuscito!
      spero che tutti i tuoi pensieri passino e che possa tornare il sereno sia per te che per tua figlia, che immagino sia per l'esame.
      e poi mi dovrai dire della sorpresa perchè ora sono curiosissimaaaa!
      tanti tanti baci cara

      Elimina
  6. Tesoro che splendido post hai preparato, carico di emozioni e denso di significato... insomma non è solo il festeggiamento commerciale, ma il significato profondo di un dramma e della successiva consapevolezza su un tema scottante "la sicurezza sul lavoro"... di esempi ce ne sarebbero tanti così come lo sgomento nel ricordare... ma se dalle tragedie si smuovono le coscienze è ben sottolineare e andare indietro nel tempo, per non perdere la memoria di tanto dolore...
    la torta è una poesia... l'avevo vista forse giorni fa su ig... bellissima e buona e anche le foto sono molto belle brava:** ti mando un abbraccio grandissimo e un felice fine settimana:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Simo, sai a volte mi partono le dita e non mi fermo più..tanti anni fà ero pericolosa con la penna adesso...con la tastiera.
      ma sono contenta che i sia piaciuto e ti ringrazio perchè è bello lungo...e so che è faticoso :)
      grazie tesoro tanti tanti tanti auguri a te , donna speciale e bellissima

      Elimina
  7. cara Simo, grazie della tua dedica e della tua torta strepitosa....io non posso mangiare le fragole ma i miei bimbi ne vanno ghiotti e la farò...sai, io sono felice e orgogliosa die ssere nata donna e con anais ho un rapporto meraviglioso, speciale, che mi fa rivivere tutti i miei sogni di bambina...i più importanti si sono avverati. Ma io, come tutte noi, l'8 tutti i giorni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Aria per essere passata anche oggi, ci tenevo...ma non ci speravo..sei sempre così indaffarata!
      ora strepitosa non è ma passabile...sì..dai!
      immagino, anch'io avrei voluto tanto una bambina... ma mi sono fermata ad uno... ma ogni tanto..penso come sarebbe stato..anch'io con mia mamma ho un rapporto diverso che con i miei fratelli...uncèversi...e vedrai a parte il periodo dell'adolescenza che sarete sempre in guerra...dopo sarà sempre più bello!
      un bacio a te e ad Anais! :***

      Elimina
  8. Bellissimo il tuo post, l'ho letto con piacere! La torta è meravigliosa, complimenti! Un abbraccio e buon 8 Marzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta Beatrice che ti sia piaciuta non sempre abbiamo voglia di leggere post così lunghi..quindi grazie di cuore!
      buon 8 marzo anche a te

      Elimina
  9. Post molto profondo che porta a riflettere un sacco . . . bravissima Simo !
    ps la torta è ovviamente stupenda ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Mariagrazia auguroni anche a te!

      Elimina
  10. Buonissima la mimosa con le fragole!! Fresca e colorata... Buona serata Simo... a presto

    RispondiElimina
  11. Concordo con te! Non amo la festa della donna, nel senso di solo festeggiamento, mentre ha senso riflettere e condividere i propri pensieri e cercare di migliorare giorno per giorno questo mondo sempre "ostile" ahimè con noi donne!! Un bacione grande e complimenti per questo spettacolo di torta!! Che darei per averne una fetta!!!!

    RispondiElimina
  12. Non amo questa festa perché la vedo come l'ennesimo mezzo consumistico, e poi credo fermamente che non sia sufficiente un solo giorno dell'anno, l'8 marzo a fare rispettare, amare ed onorare le donne di ogni razza e colore!!
    Chapeau per il meraviglioso post, e complimenti per questa golosissima torta mimosa
    Carmen

    RispondiElimina
  13. Bello il tuo post che ci porta a riflettere...complimenti per la tua torta mimosa, molto bella e golosissima! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. La mia riflessione è che essere donna è dura... ma non poteva capitarmi di meglio!!! :D La tua torta è bellissima e con la crema light deve essere supergolosissima! Un bascione cara!

    RispondiElimina
  15. Simoooo grazie mille per la tuia tempestiva partecipazione e in bocca al lupo! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  16. Ciao Simo mi stavo perdendo questa meravigliosa dolcezza e le tue splendide parole, dovremmo riflettere veramente tutti i giorni sul ruolo di noi donne e non solo in quella data altroché, senza le donne che si fa? La mimosa e' un dolce a cui sono molto legata, uno dei pochi che mia mamma ha imparato per bene e ci rifilava ad ogni festa da piccoli :), ma nella versione classica con l'ananas...questa e' decisamente più primaverile e davvero strepitosa, complimenti ;)! Buona serata Luisa

    RispondiElimina

Ogni commento è gradito, che sia un complimento o una critica e farò del mio meglio per rispondere a tutti.
Però per motivi di commenti spam che ultimamente stanno invadendo la mia messaggeria, non possono essere postati commenti anonimi.
Grazie. Simona