sabato 21 febbraio 2015

Frittelle di Ricotta 2 . . la vendetta!

In casa mia non si frigge mai. Ovviamente per scelta, primo perchè non è certo il cibo più sano che si possa cucinare, secondo non è molto pratico, il fritto va mangiato subito caldo, e poi quanto si impuzza? cucina, vestiti, capelli a me sembra di puzzare anche dopo tre giorni!
e così non friggo mai.
Opto sempre per il forno, polpette, patate, verdura, carne tutto ciò che non friggo impano e inforno, e con risultati eccellenti e soprattutto non impuzzo e se avanza, il giorno dopo si scalda senza perdere nè di gusto nè di croccantezza!
Però ieri ho ceduto.
Frittelle quà, cenci di là e chi più ne ha più ne metta.
Ma come al solito io arrivo tardi, ma credo che non importi che sia Carnevale, nè tantomeno l'ultimo o Giovedì grasso, è sempre tempo di frittelle!
Ma quando eravamo piccini e le nostre nonne ce le facevano! era una festa, io lo ricordo perfettamente! Tutti intorno al vassoio bello pieno zeppo di frittelle (calde), spolverate di zucchero semolato (non a velo!) e appena ci dava il via . . . tutti alla carica.
E allora perchè non farlo anche con i nostri bambini?
Certo è vero non è una merenda per tutti i giorni, ma non mi vorrete mica far credere che sono meglio le merendine confezionate eh? ah ecco! quindi rilassiamoci e una volta tanto facciamo festa insieme a loro, senza aspettare Carnevale!
Vedrete che gioia!

Queste frittelle le avevo già proposte sul blog, ma molto timidamente, ero all'inizio, le foto erano fatte esclusivamente con il cellulare (oddio anche queste perchè sono sempre senza digitale) ma adesso ho un modello più evoluto, e quindi sono già più presentabili!
Quindi ho sistemato un po' la ricetta, ora che mi sento più sicura in cucina, anche se ripeto l'ultima volta che le ho fatte era proprio due anni fà, e non posso certo dire di essere esperta in fritture, ma vi assicuro che sono fantastiche!
Non assorbono olio e rimangono sofficissime all'interno e non danno nemmeno l'idea di essere così pese. provate per credere.
Mi sento però di darvi questi piccoli, ma utili consigli, per chi ci si appresta, per alcuni saranno banali ma per me no visto che non li mettevo in pratica fino a poco tempo fà:
- l'olio deve essere caldo alla temperatura giusta, lo capirete appena mettete la prima frittella, se non dovesse "scricchiolare" aspettare ancora un po';
- usate una teglia con i bordi un po' più alti, evitate la classica padella e abbondate di olio, almeno due dita
- non mettete troppe frittelle insieme altrimenti rischiate che vi si attacchino e che l'olio cali troppo di temperatura
- se vedete che le vostre frittelle diventano subito scure, di solito succede dopo un po' che friggete e quindi l'olio raggiunge una temperatura troppo alte, togliete le pentola dal fuoco e aspettate un po' in modo che si raffreddi, altrimenti le vostre frittelle coloriranno troppo all'esterno ma rimarranno crude all'interno. Non abbiate fretta, devono cuocere bene almeno 2-3 minuti per parte.
- per l'olio di semi vi consiglio quello di arachidi, il migliore per questo tipo di fritti

Purtroppo le foto non sono delle migliori perchè le ho fatte dopo cena e di luce naturale non ce n'era proprio, ma non potevo non condivedere con voi questa fantastica ricetta e sono convinta, dopo assaggiata una, mi perdonerete! :D
Che ci crediate o no, quelle avanzate sono stata spolverata la sera dopo . .
 da non crederci!
di solito le frittelle già dopo qualche ora dalla frittura diventano mollicce . .
ad ogni morso sembra esca l'olio .  . 
invece mio marito l'ha mangiate
(e vi assicuro che lui è molto "noioso" per il fritto e per l'unto!)
Ingredienti:
- 200 gr di ricotta
- 200 gr di farina
- 80 gr di zucchero 
- 2 uova
- 2 cucchiaini (colmi) di lievito per dolci
- 1/2 cucchiai di crema di limoncello (o vanillina se preferite)
- circa 1 tazzina e 1/2 di latte
inoltre:
- olio semi di arachidi qb
- zucchero a velo qb

Sbattete la ricotta con lo zucchero.
 Aggiungete un uovo alla volta
Aggiungete la farina ed il lievito setacciati, la crema di limoncello ed il latte,
(per me una tazzina e mezzo) 
regolandovi con la consistenza dell'impasto che deve essere così, 
nè troppo densa nè troppo liquida come la classica pastella per friggere la verdura.
  Lasciate riposare in frigo almeno un'oretta 
(io ho fatto l'impasto prima di cena ed ho fritto dopo).
Mettete l'olio nella teglia e quando sarà ben caldo
adagiate il vostro impasto a cucchiaiate,
aiutandovi con un cucchiaino più piccolo se necessario.
Distanziatele un po' perchè essendoci il lievito in cottura aumenteranno di volume
e aggiungete altre frittelle solo dopo che
le prime saranno già colorite.
Giratele delicatamente e cuocetele da ambo i lati 
girandole almeno un paio di volte facendo attenzione a non romperle
Adagiatele su carta assorbente e poi in 
un vassoio spolverizzandole con zucchero a velo
o zucchero semolato come ai vecchi tempi!
BON APPETIT

BUON FINE SETTIMANA!
si capisce che erano soffici?

30 commenti:

  1. Ohhhhh Simo,
    sono bellissime!!

    RispondiElimina
  2. anch'io non friggo mai..quindi approfitto di queste meravigliose frittelle e ne prendo qualcuna !!!!! grazie e un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un bacione a te e grazie del passaggio

      Elimina
  3. anche da me si usa molto la ricotta fritta, io ho imparato a farla da pochissimo e non la faccio quasi mai perchè non piace a nessuno... non capiscono nienteeeeeeeee è buonissima.

    ti seguo, se ti va passa da me, a presto
    sinfonie d'una giovane stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la ricotta...fritta mai mangiata...
      eccomi Sara, grazie!

      Elimina
  4. io adoro la ricotta...
    l'idea di metterla nelle frittelle mi pare davvero geniale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora...prova ! anch'io la uso molto sia nel dolce che nel salato!
      a presto

      Elimina
  5. immagino la morbidezza,grazie di esserti vendicata,felice we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaahahh Paola!!!
      buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  6. E quando ci vuole, ci vuole anche un pò di fritto, non c'è niente da fare. Anche io non amo molto friggere, ma visto che i ragazzi vogliono, per forza devo friggere. alla fine non è che non è buono al palato, ma alla salute un pò di meno. Beh, mangiamo comunque , ma non molto spesso, non facciamole scappare, sono troppo buone. Io queste li ho fatte al forno e sono venute ugualmente buone. Fatte e mangiate. buona serata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora voglio provare le tue al forno! poi passo e le cerco
      buona serata

      Elimina
  7. Trooooooppo buone!!!!
    Bravissima Simo!!!
    Un caro abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmen un gran buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  8. Gnammm..i fritti mi fanno impazzire.
    Buonissimi.
    buonanotte:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhh i fritti sono fritti...e come si dice da queste parti...
      "fritte son bone anche le ciabatte!"
      ahahaha
      buon fine settimana cara

      Elimina
  9. Friggo pochissimo anch'io, ma in questo periodo non è facile resistete e poi è noto che un frito fatto bene non fa male anzi si dice che tenga il fegato in esercizio..
    Non so se sia vero, ma una frittella così non ammazza nessuno anzi lo riporta a nuova vita se costui stava trapassando ahahahTesoro prendo due frittelle senza alcun rimorso...un bacione e bellissima giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici? allora facciamo fare ginnastica al nostro fegato! hahahaha
      infatti dai un discorso è il fritto preso nei ristoranti o chissà dove con olio usato e strausato ma io friggo e butto!
      un grande abbraccio cara amica

      Elimina
  10. Mai provata la ricotta fritta, dev'essere buonissima! Un bacione e buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è proprio ricetta fritta....ma da provare!!
      buon we Claudia

      Elimina
  11. avevo bandito per la dieta la frittura dalla mia cucina, ma anch'io non ho saputo resistere e ho fritto martedi' grasso!!!!Meravigliose le tue frittelle, me le appunto per la prossima volta!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  12. Simo, sei trooooooooooooooppo forte, ho letto il tuo post tutto di un fiato!!!!! E vai di vendetta.... sono golosissime queste frittelle!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!
      le vendette così sono ammesse no?
      notteee

      Elimina
  13. In effetti non c'è Carnevale che si rispetti se non c'è una buona frittura. Queste frittelle mi piacciono perchè la ricotta le rende un po' insolite e soprattutto la crema al limoncello, che credo conferisca un fantastico e fresco sapore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io faccio un anno sì ed uno no! ahahaha
      buona notte e grazie del passaggio e del commento

      Elimina
  14. in assoluto le mie frittelle preferite!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  15. Sapessi io le ricette che ho nel blog dal 2008 con foto pessime!! Piano piano cercherò di rifarle tutte proponendo nuove foto!! Intanto ottime queste frittelle.. con la ricotta devono essere sofficissime.. Io anche come te odio friggere... ma una volta l'anno se pò fa!! :-) smackkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Claudia anch'io via via le rifaccio.... ma sono così tante le ricette oramai...che insomma .... spero che chi legge mi perdoni! ahhaah
      buona notte a domani

      Elimina

Ogni commento è gradito, che sia un complimento o una critica e farò del mio meglio per rispondere a tutti.
Però per motivi di commenti spam che ultimamente stanno invadendo la mia messaggeria, non possono essere postati commenti anonimi.
Grazie. Simona